Prodotto inserito nel carrello!




 
In Italia la spesa media in dispositivi tecnologici è la più alta d'Europa: circa 559 euro destinati all'acquisto di nuovi dispositivi. Lo studio Samsung Techonomic Index, condotto tramite questionario online tra il 14 e il 28 aprile 2014 da Ipsos Mori e commissionato dallo European Samsung Lifestyle Research Lab, che ha coinvolto 5.000 persone tra i 18 e i 65 anni in 5 Paesi europei (Italia, Gran Bretagna, Germania, Francia, Spagna), ha evidenziato che le persone in Italia sono disposte a pagare più di qualsiasi altro cittadino europeo per avere nuovi dispositivi tecnologici. In tre mesi, infatti, la spesa media degli italiani in prodotti hi-tech è di circa 559 euro destinati all'acquisto di nuovi dispositivi contro i 360 euro degli spagnoli, i 323 euro dei tedeschi, i 274 degli inglesi e i 223 euro dei francesi. In questo contesto, emerge che in Italia le persone trascorrono ogni giorno quasi un terzo del proprio tempo (7,8 ore) utilizzando smartphone, TV, apparecchi elettrodomestici e altri device.

La TV si conferma la regina della casa nella vita di ogni giorno per l'80% delle persone in Italia, mentre vengono utilizzate almeno una volta alla settimana le tecnologie per il lavaggio (76%) e gli elettrodomestici per cucinare (81%). Quasi il 50% degli italiani ha un tablet, un dato in linea con il resto d'Europa dove si registra una media del 53% di possessori. Il tablet emerge come il prodotto tecnologico per eccellenza, da regalare alle persone speciali (16%). Più di un terzo degli italiani - il 35% contro il 26% in Europa - preferisce ancora oggi usare fotocamere vere e proprie invece del proprio smartphone per scattare foto almeno una volta a settimana, mentre dallo smartphone le persone vogliono performance sempre più alte e per questo sono disposte a comprare l'ultima novità pur di poter usare le più recenti funzionalità tecnologiche (26%).

Le tecnologie più acquistate in Italia nei prossimi tre mesi saranno gli smartphone (16%), tablet (13%), TV (11%) ed elettrodomestici per il lavaggio (9%). In Italia smartphone, tablet e PC vengono usati soprattutto per navigare in Internet (91%), per fruire di applicazioni (79%), scattare immagini (79%), acquistare prodotti o servizi (70%), scaricare o fruire in streaming di musica o video (58%). Sempre più italiani controllano il proprio conto in banca ed effettuano pagamenti dal proprio dispositivo (70% e 68%), mentre l'uso dei social network è sempre più elevato (71%) e anche dei servizi di instant messaging (72%) indipendentemente che sia da un tablet, telefonino o un PC.